Descrizione Progetto

L’Azienda Agricola Travignoli sorge a 25 km ad est di Firenze vicino alla confluenza dei fiumi Arno e Sieve, nella zona nord-est dell’area di produzione del Chianti chiamata Chianti Rufina, storico territorio di produzione vitivinicola. La tenuta Travignoli vanta un’antichissima storia che risale ai tempi degli Etruschi e di cui si hanno documentazioni scritte in pergamene dell’abbazia di Vallombrosa risalenti al 1100.

Tra il XV e il XVIII secolo la Fattoria, allora comprendente 11 poderi, 2 frantoi, granai e vaste cantine, fu di proprietà dell’Ospedale di Santa Maria Nuova e fu quindi acquistata dalla famiglia Fiaschi che si imparentò di lì a poco con la famiglia dei conti Busi.
Durante il ‘900 la Fattoria di Travignoli riceve importanti riconoscimenti e premi tra i quali il Gran Premio e medaglia d’oro per l’ottima produzione di vino Chianti alla prima Esposizione Internazionale a Roma (1924). Clemente Busi nel 1927 fu tra i fondatori del Consorzio Chianti Putto. Nel 1960 Giampiero Busi trasforma l’azienda dalla mezzadria alla conduzione diretta e ne definisce la moderna struttura con l’impianto dei nuovi vigneti e l’ammodernamento delle cantine.

L’Azienda Travignoli, oggi condotta da Giovanni Busi, riconosciuta come una delle più antiche aziende vitivinicole italiane, riceve il premio “Italia 150” conferito dall’Unioncamere Nazionale alle 150 più antiche e longeve imprese storiche d’Italia.

Il suolo è calcareo marnoso e la proprietà si trova interamente esposta a sud ad un’altitudine tra i 250 e 400 metri. Questo significa che il sole irradia le vigne per l’intera giornata facilitando così la maturazione dei grappoli che vengono salvaguardati dall’umidità. Inoltre la vicinanza alla catena montuosa degli Appennini assicura nelle calde notti estive il giusto refrigerio e ventilazione. L’azienda ha una superficie complessiva di 90 ettari di cui 70 a vigneto dove si coltiva principalmente il Sangiovese e inoltre Cabernet Sauvignon, Merlot e Chardonnay.